Archivio per febbraio, 2012

INFORMAZIONI GENERALI

Il numero di build di Windows 8 Consumer Preview è 8250.0.winmain_win8beta.120217-1520, è scaricabile gratuitamente da tutti e scadrà il ## mese 2013. Come al solito è disponibile per processori a 32 e a 64 Bit. I nomi delle .ISO sono i seguenti.

  • 8250.0.WINMAIN_WIN8BETA.120217-1520_X64FRE_CLIENT_EN-US-HB1_CCPA_X64FRE_EN-US_DV5.ISO
  • 8250.0.WINMAIN_WIN8BETA.120217-1520_X86FRE_CLIENT_EN-US-HB1_CCPA_X86FRE_EN-US_DV5.ISO
LINGUE SUPPORTATE
Windows 8 Consumer Preview non è disponibile in italiano: è possibile scegliere di installarlo in inglese, francese, tedesco, cinese semplificato o cinese tradizionale. .
ATTIVAZIONE
Windows 8 Developer Preview non necessita di attivazione: probabilmente anche la Consumer Preview si attiverà da sola.
QUALE VERSIONE SCEGLIERE?
Il consiglio è quello di scaricare e installare la versione a 64-Bit se il processore del vostro computer la supporta: sui PC di ultima genereazione (non più vecchi di tre anni e non Netbook) potrete installare quasi sicuramente la versione a 64-Bit.
Windows 8 a 32-Bit supporta più software? Non è vero! Tutto quello che gira su Windows 8 a 32-Bit funziona anche nel sistema a 64-Bit.
DOWNLOAD E PREPARAZIONE
Una volta scelta la versione adatta al vostro computer, scaricate l’.ISO e masterizzatela su un DVD: Windows 8 Developer Preview permette nativamente questa operazione; se la scaricate da un sistema operativo precedente potete usare un qualsiasi programma di masterizzazione.
In alternativa potete installare Windows 8 Consumer Preview da penna USB. Esistono vari programmini che permettono di preparare una penna USB per installare Windows
INSTALLARE IN UNA PARTIZIONE, IN VIRTUALE O AGGIORNARE WINDOWS 7 / WINDOWS DEVELOPER PREVIEW?
Senza dilungarci in chiacchiere, la soluzione migliore è quella di installare Windows 8 Consumer Preview in una partizione (guida), in dual boot con Windows 7 o un altro sistema operativo. Ciò consente di sfruttare tutta la potenza del nuovo sistema operativo. Anche un vecchio PC inutilizzato è una buona soluzione.
In alternativa potete installare Windows 8 Consumer Preview in virtuale: potreste però avere problemi nella configurazione della macchina e non sfruttereste la velocità del sistema.
Sconsigliato è aggiornare Windows 7 a Windows 8 Consumer Preview.
INSTALLAZIONE
Dopo aver preparato il DVD o la penna USB riavviate il PC ed entrate nel BIOS per impostare l’avvio da DVD o penna USB per far partire l’installazione di Windows 8 Consumer Preview. Tenete presente che avrete bisogno di un Windows Live ID per configurare il vostro account.
WINDOWS LIVE ID
hotmail.it, live.it, msn.com, ecc. Questi sono alcuni domini email Windows Live, quelli che permettono di chattare su Messenger. In Windows 8 e Windows Phone tutto è collegato al nostro Windows Live ID. Non siate pigri e configurate Windows 8 Consumer Preview col vostro Live ID.
USARE WINDOWS 8 CONSUMER PREVIEW COME SISTEMA OPERATIVO PRINCIPALE
In generale lo sconsigliamo agli utenti non troppo esperti. Potrebbero esserci delle incompatibilità col vecchio software che non si installa su successive versioni del sistema operativo per il quale è stato sviluppato (anche se funzionerebbe senza problemi).
In redazione usiamo Windows 8 come sistema operativo principale dalle prime build trapelate agli inizi del 2011: chi ha il dual boot, nella maggior parte dei casi, dopo averlo provato non usa mai più Windows 7.

E’ arrivato il grande giorno di Windows 8, o almeno il giorno del rilascio di Windows 8 Consumer Preview, la prima versione beta del futuro sistema operativo desktop/Tablet di Microsoft. Questa versione che arriva dopo la ”Developer Preview”, potrà essere scaricata da tutti gli utenti gratuitamente, in modo da iniziare a capire il futuro del sistema operativo desktop di Microsoft e come sarà realmente la versione finale. Windows 8 Consumer Preview oltre ad integrare moltissime modifiche rispetto alla versione precedente, permetterà finalmente di utilizzare il Windows Store, il marketplace dove scaricare le applicazioni/giochi.

La presentazione e il rilascio della beta avverrà al keynote che si terrà al Mobile World Congress di Barcellona alle ore 15.00 di oggi.

Di seguito i requisiti minimi per utilizzare Windows 8

  • Processore 1GHz (x86 o x64)
  • RAM 1 GB per la versione 32 bit, 2 GB per la versione 64 bit
  • Spazio richiesto 16 GB per la versione 32 bit, 20 GB per la versione 64 bit
  • Schermo con risoluzione minima 1024×768

L’interfaccia Metro e l’integrazione che avrà con il futuro Windows Phone 8, saranno elementi che indubbiamente porteranno moltissimi di voi a provare in anteprima la Consumer Preview.  Come a solito saranno rilasciate le due versioni, a 32 e a 64 Bit in formato .ISO da masterizzare su un DVD o su una penna USB. Tra le lingue disponibili in questa versione dovrebbe mancare quella italiana, infatti le lingue supportate dovrebbero essere inglese, tedesco, francese, cinese semplificato e giapponese. Comunque, vista la semplicità dell’interfaccia Metro, anche gli utenti che hanno poca dimestichezza con una lingua straniera saranno in grado di utilizzare a pieno questa versione.

Siete pronti a provare Windows 8 Consumer Preview?

Xbox 720, niente giochi usati !!!

Pubblicato: febbraio 27, 2012 in Uncategorized

“Ho sentito da una fonte affidabile nell’industria che Microsoft intende incorporare qualche tipo di sistema anti-giochi usati nella sua così chiamata Xbox 720″, scrive Kotaku, magazine del gruppo Gawker interamente dedicato ai videogames. Che sia vero o no, bisognerà aspettare per saperlo: ma di certo l’offensiva dei produttori di consolle per videogames contro il mercato dei titoli usati non è una novità.

BASTA USATI – Tecnicamente, è possibile evitare che su una consolle girino giochi di seconda mano? La Sony ci sta già provando con la sua PSVita, l’erede di Playstation Portable. “Ogni gioco di Vita sarà rilasciato su di una cartuccia (ovvero: potrà essere venduto o scambiato) ma sarà anche rilasciato in versione download (ovvero: un solo proprietario). E Sony sarebbe contentissimo se Vita fosse come l’iPhone, ed ogni gioco fosse venduto solo in via digitale – nessun costo per produrre il bene, nessuna possibilità di vendite di usati”, scrive Wired. Le major dei videogiochi, attualmente, hanno la strada più che spianata verso la scelta forte, quella di far scomparire, semplicemente, il mercato dell’usato, dato “il successo dell’intrattenimento solo digitale” come quello su iPhone. “Quello a cui ci prepariamo è un periodo di interim nel quale il disco come metodo d’uso funzioni ancora ma diventi più come i giochi per Pc, che sono venduti con chiavi ad uso singolo che permettono ad un unico utente di giocare il titolo sulla sua macchina”, scrive il magazine di tecnologia.

COME BATMAN – Poi c’è il sistema che i produttori hanno escogitato per Batman: Arkham City, qualcosa di simile agli esperimenti freemium su Internet: senza una copia nuova del gioco, che abbia il codice di attivazione originale, non è possibile giocare come Catwoman. E proprio il caso Catwoman spinge Wired a sostenere che il mercato dei giochi usati non sparirà del tutto, ma ci si comporterà proprio come Gamestop ha fatto per Batman. “Gamestop potrebbe vendere copie usate del gioco con i nuovi codici di Catwoman, probabilmente acquistati in blocco dal distributore. Così, quest’ultimo avrebbe il suo margine sui giochi usati, che è poi quello che gli interessa”: questo perché, ovviamente, il mercato dell’usato era troppo favorevole al cliente per lasciarlo fuori dalla famelica attenzione delle società di produzione.

Finalmente Skype su WP7 !!

Pubblicato: febbraio 27, 2012 in Uncategorized

Come saprete la microsoft da  tempo ha comorato Skype ed ha nnunciato che finalmete e arrivata l’app sul marketplace (BETA). Skype supporterà anche da questi primi passi sia la connettività 3G che quella 4G e Wi-Ficon una predilezione per quest’ultima, ritenuta la migliore per far si che siano sfruttate a pieno le capacità dell’applicazione. Microsoft si è anche impegnata nella certificazione di alcuni terminali ottimizzati per l’utilizzo di Skype come il Nokia Lumia 710, Lumia 800, HTC Titan, HTC Radar, Samsung Focus S, e il Samsung Focus Flash, tutti capaci di esprimere le migliori performance nelle diverse funzionalità dell’App. La versione beta mostra già la nuova interfaccia che ha ereditato da Metro le caratteristiche migliori con semplici e piacevoli swype laterali che permettono di entrare all’interno dei contatti accedendo alle informazioni principali e al menu per avviare video chiamate, chiamate vocali e chat.

La versione definitiva è attesa per Aprile, questa beta è completamente in inglese e non totalmente esente da bug e imperfezioni. Come detto dallo stesso Rick Osterloh di Skype:

Questo è solo l’inizio di Skype per Windows Phone. Andrà semplicemente migliorandosi ancora e ancora.

Disponibile come annunciato al download direttamente dal MarketPlace o utilizzando il QR code qui di seguito, affrettatevi a provarlo e non dimenticate di riportare le prime impressioni nei commenti:

         ECCO UN VIDEO DEMO: http://www.youtube.com/watch?v=YhFMjO1we_0&feature=player_embedded

Il Mobile World Congress è spesso sede di grandissime novità: fra di esse, quest’anno troviamo l’annuncio di una categoria “low-cost” che si sta delineando per la piattaforma Windows Phone. Poco fa, attraverso il windows Phone Developer Blog, Joe Belfiore ha dichiarato che il Marketplace verrà reso disponibile in 23 nuovi Paesi, allargando esponenzialmente il potenziale mercato dei dispositivi Microsoft. La manovra inizierà nei prossimi mesi e, soffermandoci a ragionare su questo argomento, appare evidente la strategia dell’azienda di Redmond: Microsoft, forte dell’arrivo di nuovi terminali di fascia bassa (come, ad esempio, il Nokia Lumia 610 o lo ZTE orbit), intende conquistare nuovi mercati e, di conseguenza, ampliare la base di dispositivi che, a sua volta, potrebbe rendere il sistema più appetibile per gli sviluppatori (grazie al numero di potenziali nuovi clienti).

Ecco la lista dei nuovi Paesi supportati:

Bahrain, Bulgaria, Cina, Costa, Rica, Croazi,a Estonia, Islanda, Iraq, Israele, Kazakhstan, Lettonia, Lituania, Qatar, Romania, Arabia, Saudita, Slovacchia, Slovenia, Thailandia, Turchia, Emirati, Arabi Uniti, Ucraina, Venezuela, Vietnam

Infine, a conferma di tutto ciò, è disponibile l’ l’aggiornamento del tool di sviluppo che permette di verificare la compatibilità delle applicazioni con i dispositivi meno potenti.

Molti utenti pensano che il Marketplace di Windows Phone è quello dove le applicazioni sono le più costose rispetto ai market concorrenti. Canalys ha analizzato le prime 100 applicazioni a pagamento presenti su Android e iOS per scoprire quale dei due market è più costoso. Dai dati rivelati, vediamo come il prezzo medio di queste applicazioni per iOS è di 1,47$, mentre per le applicazioni Android è di ben 3,74$. WPDang invece ha voluto analizzare il prezzo medio sulle prime 100 applicazioni a pagamento che possiamo trovare nel marketplace di Windows Phone per confrontarlo con le piattaforme concorrenti. Per quanto molti utenti pensano che le applicazioni su Windows Phone siano più costose della concorrenza, si scopre che il prezzo medio è di 3.10$, inferiore a quello rilevato su Android. Secondo diversi esperti, il prezzo basso misurato su iOS rispetto ad Android è dovuto a causa della pirateria molto più forte in quest’ultimo, mentre per quando riguarda Windows Phone, a causa della limitata quota di mercato, gli sviluppatori propongono un prezzo più alto per avere un guadagno adeguato.

In poco più di tre mesi, dalla nascita del primo terminale Windows Phone Nokia, l’azienda finlandese ha già fatto registrare il primo posto in termini di vendite di terminali Windows Phone. Secondo i dati delle vendite  rilasciate da Strategy Analytics, riferite al Q4 2011, si evince che Nokia è già diventato il più grande venditore di terminali Windows Phone al mondo coprendo il 33%  su oltre 900.000 terminali Windows Phone venduti, prendendosi la posizione avuta da HTC fino a quel momento. Forte di questo successo c’è sicuramente la forte campagna di marketing che il colosso finlandese ha attuato in questi mesi in tutto il mondo.