Xbox 720, niente giochi usati !!!

Ho sentito da una fonte affidabile nell’industria che Microsoft intende incorporare qualche tipo di sistema anti-giochi usati nella sua così chiamata Xbox 720″, scrive Kotaku, magazine del gruppo Gawker interamente dedicato ai videogames. Che sia vero o no, bisognerà aspettare per saperlo: ma di certo l’offensiva dei produttori di consolle per videogames contro il mercato dei titoli usati non è una novità.

BASTA USATI – Tecnicamente, è possibile evitare che su una consolle girino giochi di seconda mano? La Sony ci sta già provando con la sua PSVita, l’erede di Playstation Portable. “Ogni gioco di Vita sarà rilasciato su di una cartuccia (ovvero: potrà essere venduto o scambiato) ma sarà anche rilasciato in versione download (ovvero: un solo proprietario). E Sony sarebbe contentissimo se Vita fosse come l’iPhone, ed ogni gioco fosse venduto solo in via digitale – nessun costo per produrre il bene, nessuna possibilità di vendite di usati”, scrive Wired. Le major dei videogiochi, attualmente, hanno la strada più che spianata verso la scelta forte, quella di far scomparire, semplicemente, il mercato dell’usato, dato “il successo dell’intrattenimento solo digitale” come quello su iPhone. “Quello a cui ci prepariamo è un periodo di interim nel quale il disco come metodo d’uso funzioni ancora ma diventi più come i giochi per Pc, che sono venduti con chiavi ad uso singolo che permettono ad un unico utente di giocare il titolo sulla sua macchina”, scrive il magazine di tecnologia.

COME BATMAN – Poi c’è il sistema che i produttori hanno escogitato per Batman: Arkham City, qualcosa di simile agli esperimenti freemium su Internet: senza una copia nuova del gioco, che abbia il codice di attivazione originale, non è possibile giocare come Catwoman. E proprio il caso Catwoman spinge Wired a sostenere che il mercato dei giochi usati non sparirà del tutto, ma ci si comporterà proprio come Gamestop ha fatto per Batman. “Gamestop potrebbe vendere copie usate del gioco con i nuovi codici di Catwoman, probabilmente acquistati in blocco dal distributore. Così, quest’ultimo avrebbe il suo margine sui giochi usati, che è poi quello che gli interessa”: questo perché, ovviamente, il mercato dell’usato era troppo favorevole al cliente per lasciarlo fuori dalla famelica attenzione delle società di produzione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...