Giorni caldi per la futura console di casa Microsoft. Dopo la conferma della connettività a internet sempre richiesta e il blocco dei giochi usati, oggi ci vengono rivelate le caratteristiche di Kinect 2.0.

 

FIELD OF VIEW (FOV) Questa caratteristica descrive la zona che il sensore può utilizzare per riconoscere il corpo del giocatore. Rispetto all’attuale dispositivo, Kinect 2.0 ha un campo di visione aumentato di circa 13,5° orizzontali e 16° verticali. Questo significa che, a parità di distanza dal sensore, potranno giocare più persone contemporaneamente (probabilmente ci sarà supporto per 6 giocatori simultanei). Rimane invece invariata la distanza di rilevamento (0,8 – 4 metri).

SENSORI Le videocamere presentano invece moltissime differenze. Prima di tutto notiamo immediatamente che lo stream a colori (videocamera classica) ha una risoluzione pari a 1920×1080 (qualità Full HD) a 30 fps. Funzione particolarmente utile nell’ottica di Skype e programmi simili. Anche il depth stream (videocamera di profondità) ha subito miglioramenti e presenta ora una risoluzione doppia rispetto a quella del Kinect attuale. Aggiunta inoltre la possibilità di utilizzare uno stream a infrarossi della stessa risoluzione della videocamera di profondità.

AUDIO La componentistica audio non subisce novità: rimangono i 4 microfoni in grado di manipolare un segnale da 48 KHz, come già avviene sul Kinect attualmente in commercio.

CONNESSIONE Sul fronte connettività si registrano importanti miglioramenti. Se prima la comunicazione con Xbox/PC era affidata a un semplice cavo USB 2.0, con il nuovo Kinect potremo sfruttare appieno l’alta velocità di USB 3.0. Di conseguenza la latenza diminuisce di circa 30 ms.

MOTORINO DI MOVIMENTO Per concludere è da segnalare la mancanza del motorino che permette a Kinect di inclinarsi verticalmente. Scelta condivisibile dato che il FOV è stato aumentato

Sorpresi da queste caratteristiche? Cosa ne pensate? Fatecelo sapere nello spazio commenti.

Annunci

Lunga vita a Windows Phone 8

Pubblicato: febbraio 28, 2013 in Uncategorized

 

Il futuro di Windows Phone 8 sembra che sarà ancora ricco di sorprese prima di tingersi di blue. Negli ultimi giorni si stanno intensificando le voci sul service pack che coinvolgerà tutta la piattaforma Microsoft, compresa quella mobile, e contemporaneamente ne stanno arrivando degli altri, come abbiamo visto ieri, su un presunto aggiornamento ”Post-Portico”.

Nella giornata di ieri vi abbiamo riportato la notizia del leak delle specifiche tecniche di un nuovo terminale HTC in arrivo quest’estate, denominato ”Tiara”. Ha destato subito interesse l’acronimo ”GDR2” che accompagnava la voce relativa al sistema operativo, Windows Phone 8. Le ”indagini” svolte da Mary Jo Foley di ZDNet ne hanno svelato il significato: GDR sta per General Distribution Release, la sigla con cui si identificano gli update di alcuni prodotti in Microsoft. Il numero ”2” che segue indicherebbe quindi il numero di update del quale si tratta. Portico non era altro che ”GDR1”, il primo degli update importanti per il nuovo sistema operativo, tutt’ora ancora in fase di distribuzione via OTA. Ma se questo presunto ”GDR2” è in programma entro l’inizio dell’estate, in accordo con i rumor del terminale HTC, è bene ricordare anche che Microsoft ha promesso almeno 18 mesi di supporto a Windows Phone 8.
La Foley ha infatti rivelato che è in programma addirittura un ”GDR3” anche se non dispone di nessuna informazione su possibili date di rilascio ne sul contenuto dell’aggiornamento. Il passo successivo sarebbe finalmente Windows Phone Blue previsto durante l’estate – l’ondata di aggiornamenti sembrerebbe quindi molto concentrata in pochi mesi.
Ma la notizia che vi farà più piacere arriva da Greg Sullivan, senior product manager Microsoft che era presente alla fiera di Barcellona, anche se Microsoft non era presente in veste ufficiale.
Sullivan ha parlato di Windows Phone 8 lasciando intendere che nei prossimi mesi, prima di parlare di nuovi OS, arriveranno nuovi device interessanti (”Catwalk”, ”Eos”, Surface Phone?), accompagnati da nuovi aggiornamenti e che i possessori dell’attuale generazione non devono temere perchè non subiranno la sorte della generazione precedente, riferendosi molto probabilmente ad un possibile upgrade a Windows Phone Blue.
Ma cosa ci aspettiamo da tutti questi update? Stando alle informazioni ricavate in questi mesi, tra le funzionalità che potrebbero essere integrate ricordiamo il supporto al VPN, il centro notifiche e nuove applicazioni del pacchetto Office.
Sullivan ha inoltre aggiunto che Microsoft sta lavorando silenziosamente per migliorare l’OS e che lo farà in breve tempo, sottolinenando che Windows Phone 8 è ora basato su una piattaforma che gli permette di evolversi e adattarsi facilmente all’hardware, a differenza di Windows Phone 7. Continua, spiegando come il mercato mobile si stia evolvendo rapidamente e che stanno valutando diverse opzioni – tra queste, a nostro parere, potrebbe esserci il supporto a display ad alta definizione, che rappresentano la novità più grande sui nuovi terminali della concorrenza appena presentati.
Ottime notizie quindi per i nostri Windows Phone, che ne pensate?

Microsoft tramite un post sul proprio blog ufficiale ha annunciato che lo Store di Windows Phone ha superato quota 130.000 applicazioni.

Microsoft ha inoltre rivelato che sono già state pubblicate 15.000 applicazioni che sfruttano le nuove feature di Windows Phone 8, 40.000 registrazioni al Dev Center da parte degli sviluppatori negli ultimi 90 giorni e che il nuovo SDK per Windows Phone 8 è stato scaricato da oltre 500.000 sviluppatori. L’aumento dei mercati aperti all’utilizzo dello Store da parte di Microsoft e l’arrivo di Windows Phone 8 a portato un aumento del 75% nel numero di download delle applicazioni e un 91% di entrate maggiori per gli sviluppatori per un totale di oltre 1 miliardo di transazioni.

Gli utenti Windows Phone in media hanno scaricato 55 applicazioni/giochi, segno che parte fondamentale di ogni smartphone sono proprio le app presenti. Il numero di 130.000 applicazioni non è stato comunque raggiunto così in fretta come ci si aspettava, il traguardo delle 120.000 app era stato raggiunto nel mese di Ottobre 2012, ci sono voluti 4 mesi per aggiungere 10.000 app. Ovviamente Microsoft calcola il numero totale di app attive, quindi tutti gli sviluppatori che hanno realizzato app minori probabilmente hanno deciso di non rinnovare il proprio account come developer e le app sviluppate sono state rimosse.

Kantar Worldpanld ComTech come ogni mese  ha pubblicato i nuovi dati di vendita degli smartphone a livello mondiale, dalle percentuali pubblicate possiamo notare come l’Italia si conferma ancora una volta il paese dove Windows Phone è riuscita a fare meglio.

I dati si riferiscono al mese di Novembre, Dicembre e Gennaio 2013, rispetto lo stesso periodo dello scorso anno. La crescita Windows Phone in Italia è aumentata dell’9,5%  riuscendo a toccare quota 14% del mercato smartphone totale. Una crescita che sicuramente stupisce soprattutto confrontandola con gli altri paesi dove Windows Phone riesce a recuperare terreno ma non in maniera significativa.

Buona crescita per il sistema operativo mobile di Microsoft anche per il Regno Unito che passa dal 2,4% dello scorso anno al 6.2.

Di seguito la tabella completa relativa ai nuovi dati pubblicati da kantar:

Internet Explorer 11 già in fase test

Pubblicato: febbraio 24, 2013 in Uncategorized

Anche se Internet Explorer 10 ha fatto da poco la sua comparsa, pare che Microsoft sia già  lavoro sulla versione 11 del famoso browser Internet che, stando agli ultimi rumors potrebbe debuttare molto presto. In realtà si sapeva che Internet Explorer 11 avrebbe fatto parte di Windows Blue, il nuovo aggiornamento a Windows 8 attesto per metà anno, tuttavia non ci sorprende che l’azienda abbia deciso di svelarlo prima.

Il sito Win8China conferma che IE 11 è già in fase di test,  parallelamente al Sistema Operativo, e a conferma pubblica uno screenshot (riportato sopra). Attualmente non si hanno informazioni sulla nuova versione del browser, ma molte fonti sottolineano che Microsoft possa rilasciare una versione Beta a breve, prima del debutto ufficiale di Windows Blue.

Dopo aver a lungo parlato e approfondito i diversi aspetti emersi dopo il PlayStation Meeting 2013 e i vari dettagli che attornian Playstation 4, è finalmente giunto il momento di spostare l’attenzione su Xbox 720. Purtroppo non ci troviamo di fronte a un comunicato ufficiale di Microsoft ma alcuni addetti ai lavori vicini alla casa di Redmon dichiarano che non passerà molto tempo prima dell‘annuncio della tanto attesa nuova Xbox. Sembra infatti che Microsoft abbia intenzione di organizzare un evento ad hoc durante il mese di aprile, periodo già emerso in precedenza durante la distribuzione del filmato dedicato a IllumiRoom.

Sono in moltissimi a pensare che Sony abbia sorpreso i concorrenti scegliendo di organizzare il PlayStation Meeting. Di conseguenza si ipotizza che la stessa Microsoft stia correndo ai ripari e  svelare le carte in tavola il più presto possibile. La infelice scelta di Sony di non mostrare la console potrebbe essere un ottimo spunto per Microsoft, i quali potrebbero riscuotere moltissimi consensi facendo conoscere al pubblico sia il design di Xbox 720 che l’hardware scelto per l’occasione.

Dopo aver letto il nostro precedente articolo su tutte le novità relative alla prossima console Microsoft, avrete sicuramente sperato che il blocco dei giochi usati non fosse integrato nella versione definitiva di Xbox 720/Loop/Infinity (quest’ultimo è il nome più probabile). Purtroppo però, abbiamo delle brutte notizie da darvi… La notizia arriva direttamente da Ian Livingstone, CEO della nota casa produttrice di videogiochi Square Enix. Livingstone, durante un viaggio in India per pubblicizzare il nuovo Tomb Raider, concede un’intervista a GameGuru india e, rispondendo alle domande che gli vengono poste, afferma chiaramente che la prossima Xbox non avrà il supporto per i giochi usati e richiederà una connessione internet sempre attiva.